Hayward Field Mondiali atletica leggera a Eugene in Oregon
  1. Home
  2. What's On
  3. Tutto pronto all’Hayward Field di Eugene per i Mondiali di atletica leggera

Tutto pronto all’Hayward Field di Eugene per i Mondiali di atletica leggera

Ai campionati nell'Oregon (USA), in programma dal 15 al 24 luglio, sono attese conferme azzurre dopo i successi alle Olimpiadi di Tokyo, ma non sarà facile. Dove e quando seguire le gare in TV

SRG Partnership

Hayward Field Mondiali atletica leggera a Eugene in Oregon
Scritto da Redazione The Plan -

Per gli appassionati è un appuntamento imperdibile, di quelli che da mesi - se non addirittura anni - vengono segnati sul calendario, cerchiati con la penna rossa: da venerdì 15 a domenica 24 luglio, all’Hayward Field di Eugene, nell’Oregon, andranno in scena i campionati del mondo di atletica leggera, manifestazione che, dopo le Olimpiadi, è l’evento più importante di questo sport.

Inizialmente la 18esima edizione della rassegna mondiale si doveva disputare nel 2021, ma vista la coincidenza di date che si sarebbe creata per il rinvio dei Giochi Olimpici a causa della  pandemia di Covid-19, si è optato per il 2022. Per dieci giorni, l’attenzione degli sportivi verrà catalizzata sull’Hayward Field. L’impianto della città statunitense di Eugene sarà il teatro della competizione che proclamerà i migliori atleti del mondo nelle varie discipline (49 in totale: 24 maschili, 24 femminili e una mista).

 

>>> C'è tempo fino al 14 luglio per iscriversi al THE PLAN Award 2022, premio internazionale annuale di eccellenza in architettura, interior design e pianificazione urbana con 20 categorie tematiche, tra cui SPORT&LEISURE, dedicata a strutture e campi sportivi, parchi giochi e luoghi di divertimento

 

Gli azzurri attesi ai mondiali di atletica e i loro avversari

Gli atleti hanno basato l’intera programmazione annuale in funzione di questa competizione, facendo di tutto per arrivare all’appuntamento al top della forma, anche se il percolo di qualche infortunio, soprattutto muscolare, o di cali di rendimento è sempre in agguato.
L’attesa è stata lunga e le Olimpiadi di Tokyo nel 2021 non hanno fatto altro che alzare l’asticella delle aspettative per quanto riguarda i colori azzurri. In Giappone, nell’agosto di un anno fa i nostri atleti ci hanno fatto sognare, collezionando un record forse irripetibile di cinque medaglie d’oro. A proposito di asticella, una di queste medaglie appartiene a Gianmarco Tamberi, oro nel salto in alto a pari merito con il qatariota Mutaz Essa Barshim, ma ancora più memorabile è stata la vittoria di Marcell Jacobs nei 100 metri piani, poi un’altra nella staffetta maschile della 4x100 (Lorenzo Patta, Marcell Jacobs, Fausto Desalu e Filippo Tortu) e nella marcia 20km, sia femminile che maschile, con Antonella Palmisano (che non sarà ai mondiali a causa di un infortunio) e Massimo Stano.

 © Kevin Scott, courtesy of SRG Partnership


Questi sono anche oggi i nostri atleti più attesi, in particolare i più che noti Jacobs e Tamberi. Se a Tokyo, in quell’indimenticabile primo agosto, si sono messi al collo la medaglia d’oro olimpica a distanza di 10 minuti l’uno dall’altro, anche per questi mondiali c’è una cosa che li accomuna. Questa volta però non è positiva: entrambi si presenteranno con più di un problema fisico alla rassegna, dove troveranno avversari agguerriti più che mai: nel salto in alto occhi puntati ancora una volta su Barshim, e nei 100 metri sui numerosi velocisti caraibici e americani.
È Filippo Tortu invece a presentarsi in Oregon in ottima forma. Il velocista lombardo negli ultimi test pre-mondiali a La Chaux-de-Fonds (Svizzera), si è notevolmente avvicinato al suo personal best sui 200 metri piani con un ottimo 20’’15. Ma a Eugene Tortu se la dovrà vedere con sia con il cubano Reynier Mena che con il francese Meba Mickael Zeze. L’Italia spera inoltre di trovare conferme nella marcia, che ci ha sempre dato tante soddisfazioni; a Eugene, per la prima volta non ci sarà la 50km di marcia, sostituita sia al maschile che al femminile dalla 35km. Per quanto riguarda gli atleti internazionali nelle altre discipline su pista è atteso al varco l’astista svedese Armand Duplantis, una delle figure più di spicco dell’atletica leggera mondiale. Nativo della Louisiana, si presenterà a Eugene forte del recentissimo record del mondo fatto registrare a Stoccolma nell’ultima tappa della Diamond League (6.16 metri).

 

>>> Tre cose da sapere sui XXV Giochi olimpici invernali Milano Cortina 2026

 

Eugene, la città dell’atletica

Il teatro dei campionati del mondo di atletica leggera sarà l’Hayward Field di Eugene. L’impianto si trova all’interno del campus dell’Università dellOregon ed è dedicato a Bill Hayward, celebre capo allenatore per oltre quarant’anni del dipartimento di atletica leggera dell’università.
L’Hayward Field, inaugurato nel lontano 1919 e inizialmente utilizzato come sede delle partite di football americano dell’Università, è stato trasformato nel polo dedicato all’atletica leggera a partire dal 1967. Da quel momento Eugene e il suo impianto sono così diventate la culla del track & field americano e non solo.

 © Kevin Scott, courtesy of SRG Partnership

A consacrazione di tale ruolo storico, c’è stata la selezione della IAAF (World Athletics) come sede dei campionati del mondo 2022. Per questo motivo nel 2018 sono partiti i lavori di ammodernamento dello stadio, inaugurati nell’aprile del 2021. L’Hayward Field, oggi, può ospitare 12.900 posti a sedere, ma è espandibile fino a 25.000. È stato installato un tetto trasparente ed è stata costruita una torre di nove piani a forma di torcia olimpica all'estremità nord-est del complesso che regala una vista mozzafiato sulla città di Eugene. La torre è fatta di metallo e include le immagini di cinque icone dell’atletica leggera a stelle e strisce, tutte provenienti dall’Università dell’Oregon: Bill Bowerman, Steve Prefontaine, Raevyn Rogers, Ashton Eaton e Otis Davis
Inoltre, la ristrutturazione ha visto la costruzione di strutture di allenamento sotterranee, oltre che di una sala di allenamento interna, quattro spogliatoi (due per gli uomini e due per le donne), una sala per le squadre, un’ampia sala riunioni, una buca per il salto con l’asta al coperto, uno spazio per il getto del peso indoor, una buca di sabbia per i salti al coperto, una sala pesi, un negozio di nutrizione e persino un barbiere.

 

>>> Approfondisci il progetto dell’Hayward Field, progettato da SRG Partnership

 

 © Kevin Scott, courtesy of SRG Partnership

 

Dove e quando seguire le gare in diretta

Insomma, per un grandissimo evento serviva un teatro adeguato. Tra pochi giorni l’Hayward Field di Eugene, patria dell’atletica leggera, si popolerà di atleti e campioni proveniente da tutto il mondo. Non resta che aspettare che arrivi la data cerchiata in rosso sul calendario per godersi lo spettacolo, che per gli italiani andrà in onda nottetempo, visto che Eugene è indietro di nove ore rispetto al nostro Paese). L’evento sportivo sarà trasmesso in diretta tv su Rai Sport e su Sky Sport. Qui di seguito tutti gli appuntamenti da non perdere all’interno del più ampio palinsesto serale e notturno.

Venerdì 15 luglio
22.10 – 20 km di marcia donne

Sabato 16 luglio
00.10 – 20 km di marcia uomini
04.50 – Finale 4×400 mista
21.00 – Finale Lancio del martello uomini
21.20 – Finale 10.000 metri donne

Domenica 17 luglio
03.20 – Finale Salto in lungo uomini
03.25 – Finale Getto del peso donne
04.50  – Finale 100 metri uomini
15.15 – Maratona uomini
20.35 – Finale Lancio del martello donne
22.00 – Finale 1.000 metri donne

Lunedì 18 luglio
02.25 – Finale Salto con l’asta donne
03.27 – Finale Getto del peso uomini
04.30 – Finale 110 ostacoli uomini
04.50 – Finale 100 metri donne
15.15 – Maratona donne

Martedì 19 luglio
02.45 – Finale Salto in alto uomini
03.20 – Finale Salto triplo donne
04.20 – Finale 3.000 siepi uomini
04.50 – Finale 1.500 metri donne

Mercoledì 20 luglio 
02.40 – Finale Salto in alto donne
03.33 – Finale Lancio del disco uomini
04.30 – Finale 1.500 metri uomini
04.50 – Finale 400 ostacoli uomini

Giovedì 21 luglio 
03.30 – Finale Lancio del disco donne
04.45 – Finale 3.000 siepi donne

Venerdì 22 luglio 
04.35 – Finale 200 metri donne
04.50 – Finale 200 metri uomini
15.15 – 35 km di marcia donne

Sabato 23 luglio 
03.20 – Finale Giavellotto donne
04.15 – Finale  400 metri donne
04.35 – Finale  400 metri uomini
04.50 – Finale  400 ostacoli donne

Domenica 24 luglio 
03.00 – Finale Salto triplo uomini
03.10 – Finale 800 metri uomini
03.25 – Finale 5000 metri donne
03.35 – Finale Giavellotto uomini
04.30 – Finale  4×100 donne
04.50 – Finale  4×100 uomini
15.15 – 35 km di marcia uomini

Lunedì 25 luglio 
02.25 – Finale Salto con l’asta uomini
02.50 – Finale Salto in lungo donne
03.05 – Finale 5.000 metri uomini
03.35 – Finale  800 metri donne
04.00 – Finale 100 ostacoli donne
04.20 – 1.500 metri – Decathlon uomini
04.35 – Finale  4×400 uomini
04.50 – Finale  4×400 donne

 

 

|||   ISCRIVITI A THE PLAN   |||   Ricevi direttamente le più belle storie del mondo dell'architettura e del design, gli ultimi progetti realizzati, classifiche e recensioni, consigli su video, gallery e interviste

 

Please refer to the individual images in the gallery to look through the photo credits

Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054