1. Home
  2. Design
  3. Un controsoffitto geometrico alla Mondrian per scandire gli ambienti

Un controsoffitto geometrico alla Mondrian per scandire gli ambienti

Il progetto di interior per un appartamento di Torino usa forme rettangolari come gioco di luci e volumi

Italia and Partners

Come fare un controsoffitto di design
Scritto da Redazione The Plan -

Raggiungere l'armonia tramite l'equilibrio dei rapporti fra linee, colori e superfici. Questo è quanto ha sempre dichiarato Mondrian rispetto alle sue geometrie, ai suoi famosi quadrati colorati. E in parte sembra che l’architetto Matteo Italia dello studio Italia and Partners abbia seguito questa ispirazione per il nuovo progetto di interior di una casa torinese del quartiere Crocetta, scegliendo però un bianco opaco scandito dal nero.

La casa, un appartamento con superficie complessiva di 230 m2, è caratterizzata dall’ampio spazio che accoglie chi entra, estremamente piacevole e molto luminoso. L’ingresso si apre infatti su una grande sala, dalle dimensioni generose – ben 80 m2 – valorizzate da un particolare gioco di controsoffitti, che scandiscono la partizione degli ambienti.

Grandi forme rettangolari, disegnate da profili neri al cui interno sono collocate le luci, creano geometrie a soffitto, introducendo uno dei motivi di stile che caratterizzano il progetto.

 

 Courtesy of Italia and Partners

 

Un controsoffitto geometrico alla Mondrian per scandire gli ambienti

Tutto l’appartamento si sviluppa seguendo un filo conduttore di rigore ed essenzialità, giocato tra la purezza delle linee e la precisione dei volumi, ammorbiditi da una palette naturale, sui toni del sabbia, e da alcuni pezzi di design di grande impatto.

 

Tra le sfide progettuali più interessanti di questo appartamento, spiega l’architetto Matteo Italia, spicca sicuramente la colonna posizionata al centro della sala, che abbiamo rivestito con la stessa boiserie scelta per le pareti, ingentilita da profili che hanno regalato all’intero ambiente un tocco classico, per un risultato di grande equilibrio.

La colonna è quindi diventata fulcro sia visivo che funzionale, dividendo la sala vera e propria dall’ingresso, grazie anche al mobile custom made che le abbiamo costruito intorno, realizzato in noce canaletto e top in marmo calacatta su nostro disegno.

 

>>> Nella Casa del Musicista a Roma si improvvisa jazz in una palazzina anni trenta

 

 Courtesy of Italia and Partners

 

Di fronte a questa struttura bifacciale, si trova un altro mobile speculare, sempre disegnato e realizzato su misura in noce canaletto. Questo materiale diventa a sua volta filo conduttore ed elemento ricorrente nell’intero progetto, in piacevole contrasto con le tinte chiare del living, che si trovano non solo a parete ma anche nei divani e nel grande tappeto su cui è poggiato un tavolino basso. Un bel lampadario, posto sopra la zona destinata ad ospitare un camino, regala un tocco estroso all’intero ambiente.

 

 Courtesy of Italia and Partners

 

Gioco di spazi con la porta a scomparsa rasomuro

Nella zona pranzo, che si affaccia sulla sala e si trova davanti alla cucina, spicca un tavolo particolare in ottone, circondato da sedie in velluto.

Uno spazio molto ampio ospita la cucina, formata da una penisola circondata da sgabelli e con piano snack sovrapposta per i pasti più veloci e informali, illuminata da due lampade a sospensione. Per una seduta più confortevole e per pranzi o cene da gustare con più tempo e tranquillità, è stato invece scelto un tavolo circolare. Dalla cucina, attraverso una porta a scomparsa rasomuro, si accede a un’area funzionale con la zona lavanderia.

 

 Courtesy of Italia and Partners

 

La zona giorno comprende inoltre un bagno per gli ospiti: il rivestimento, caratterizzato da un bel motivo spigato a rilievo valorizzato da luci e velette, richiama il disegno della pavimentazione in rovere, posata a spina chevron nell’intero appartamento.

 

>>> Viaggio in Oriente: 3 progetti mostrano come sarà l'India del futuro

 

 Courtesy of Italia and Partners

 

Velluto color carta da zucchero per la zona notte

Passando alla zona notte, totalmente disimpegnata dalla zona giorno e ridisegnata nella distribuzione degli spazi per una maggiore funzionalità, si trovano quattro stanze, in una della quali si è ricavato uno studio.

La camera padronale, con una grande cabina armadio, si affaccia su un piccolo spazio outdoor, al quale si accede anche dalla zona giorno, che offre un’apertura verso l’esterno molto piacevole.

Caratterizzata dal letto in velluto color carta da zucchero, questa camera è dotata di bagno con doppio lavabo e mobile in noce canaletto, la doccia che separa dalla zona verso il fondo, dove si trovano i sanitari, e una vasca freestanding.

 

>>> Dentro al Bosco Verticale: COIMA Image e GIOPAGANI disegnano un appartamento di lusso sostenibile 

 

 Courtesy of Italia and Partners

 

Per i rivestimenti del bagno è stata scelta una particolare finitura valorizzata dal gioco di velette e luce radente, mentre a soffitto troviamo faretti in finitura ottone. L’altro bagno della zona notte è invece caratterizzato dalla contrapposizione di bianco e nero.

 

Accogliente, con personalità, elegante e funzionale: sono queste le parole chiave che hanno guidato la stesura e la realizzazione del progetto, commenta l’architetto Matteo Italia. Il risultato si è confermato all’altezza dei desideri dei committenti e siamo estremamente soddisfatti di essere riusciti a regalare un tocco distintivo agli spazi, definendo attraverso linee, forme e colori un ambiente perfetto per la famiglia che lo abiterà.

 

|||   ISCRIVITI A THE PLAN   |||   Ricevi direttamente le più belle storie del mondo dell'architettura e del design, gli ultimi progetti realizzati, classifiche e recensioni, consigli su video, gallery e interviste

Credits

Location: Torino
Building area: 230 m2
Project by Matteo Italia, studio Italia and Partners
Photography by Federico Moschietto, courtesy of Italia and Partners
Suppliers: FLOS (Lighting)

Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054